GLI OSTACOLI (IN)SUPERABILI DELLA LINGUA INGLESE! ;)

inglese intermedio

GLI OSTACOLI (IN)SUPERABILI DELLA LINGUA INGLESE!

Durante le prime lezioni dei corsi di inglese, a prescindere dal livello, arriva puntuale, da uno o più partecipanti, la seguente domanda:

come mai noi italiani non riusciamo ad imparare l’inglese?

perché pur impiegando tempo e denaro per imparare una lingua straniera alla fine non possediamo realmente il livello che i certificati d’esame attestano?

Questo accade per varie ragioni, alcune insite nella lingua e nella cultura inglese, altre derivanti dall’approccio sbagliato che gli italiani si ostinano ad avere quando studiano una lingua straniera.

La pronuncia può rappresentare il primo ostacolo, poiché solo nel Regno Unito c'è una grande varietà di accenti, e le parole più comuni possono essere pronunciate in modo molto diverso, non solo a secondo della provenienza regionale, ma anche in base all’estrazione sociale del parlante.

Una soluzione potrebbe essere l’esposizione al maggior numero possibile di accenti, così da estendere il repertorio di suoni che si è in grado di riconoscere.

Altro metodo valido, che spesso ci ritroviamo ad utilizzare anche noi durante le lezioni, è quello suggerito dal comico-docente John Peter Sloan, che parla di“suoni amici”,che ci aiutano ad identificare suoni altrimenti difficili da riprodurre perché non appartenenti alla fonetica italiana.

Un esempio irriverente utilizzato spesso da Sloan per familiarizzare con il suono tipicamente inglese denominato “Schwa”, è quello che fa il verso all’uomo agonizzante, un suono tra una “O” e una “E” emesso in modo continuato e modulato.

Ancora più spinose da comprendere sono le parole non accentate all'interno di una frase. I britannici tendono infatti ad accentare solo le parole che veicolano l’informazione. Tutte le altre vengono legate insieme e pronunciate come un unico suono.

In questo caso è utile ascoltare e ripetere contemporaneamenteregistrazioni audio o anche canzoni, così da riuscire a padroneggiare questa complessa intonazione.

 

Affrontiamo ora il blocco psicologico, tipico degli italiani, ovvero come apprendere l’inglese, anche partendo da zero, sbarazzandosi dell’ansia da prestazione.

Il divertimento, o comunque un approccio leggero ed autoironico, è alla base della capacità di superare la difficoltà nel parlare; sarebbe infatti sufficiente questo per partecipare attivamente alla lezione.

È necessario quindi abbandonare quell’insidiosa paura di sbagliare

… e spesso la risata è il premio per aver sfidato le proprie reticenze.

by Marta Pugnali - Monica Sdei

SCOPRI INSIEME A NOI IL TUO LIVELLO DI INGLESE
Contattaci per valutare GRATIS il tuo livello di INGLESE

Secondo il Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER) – in inglese Common European Framework of Reference for Languages (CEFR), per valutare le abilità conseguite da chi studia una lingua straniera europea e per indicare il livello di un insegnamento linguistico negli ambiti più disparati si utilizza una SCALA DI LIVELLI di competenza.

Il Quadro comune europeo di riferimento distingue tre ampie fasce di competenza ("Base", "Autonomia" e "Padronanza"), e sono ripartite in due livelli ciascuna per un totale di sei livelli complessivi, tali livelli descrivono ciò che un individuo è in grado di fare ovvero:

  • comprensione scritta (comprensione di elaborati scritti
  • comprensione orale (comprensione della lingua parlata)
  • produzione scritta e produzione orale (abilità nella comunicazione orale).

I livelli vengono identificati con lettere da "A" a "C" con qualità crescente (A=minimo, C=massimo) e sono a loro volta suddivisi tramite numeri affiancati da "1" a "2", sempre a qualità crescente (1=minimo, 2=massimo): il livello minimo è quindi "A1", mentre il livello massimo è "C2".

I sei livelli di competenza (A1, A2, B1, B2, C1, C2) e i tre livelli intermedi (A2+, B1+, B2+) articolati nel QCER sono utilizzati in tutta Europa e in altri continenti come parametri per fornire agli insegnanti di lingua un modello di riferimento per la preparazione di materiali didattici e per la valutazione delle conoscenze linguistiche.

A - Base

  • A1 - Livello base
Si comprendono e si usano espressioni di uso quotidiano e frasi basilari tese a soddisfare bisogni di tipo concreto. Si sa presentare se stessi e gli altri e si è in grado di fare domande e rispondere su particolari personali come dove si abita, le persone che si conoscono e le cose che si possiedono. Si interagisce in modo semplice, purché l'altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare.
  • A2 - Livello elementare
Comunica in attività semplici e di abitudine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere in termini semplici aspetti della sua vita, dell'ambiente circostante; sa esprimere bisogni immediati.

B - Autonomia

  • B1 - Livello intermedio o "di soglia"
Comprende i punti chiave di argomenti familiari che riguardano la scuola, il tempo libero ecc. Sa muoversi con disinvoltura in situazioni che possono verificarsi mentre viaggia nel Paese di cui parla la lingua. È in grado di produrre un testo semplice relativo ad argomenti che siano familiari o di interesse personale. È in grado di esprimere esperienze ed avvenimenti, sogni, speranze e ambizioni, e anche di spiegare brevemente le ragioni delle sue opinioni e dei suoi progetti.
  • B2 - Livello intermedio superiore
Comprende le idee principali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, come pure le discussioni tecniche sul proprio campo di specializzazione. È in grado di interagire con una certa scioltezza e spontaneità che rendono possibile un'interazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per l'interlocutore. Sa produrre un testo chiaro e dettagliato su un'ampia gamma di argomenti e riesce a spiegare un punto di vista su un argomento fornendo i pro e i contro delle varie opzioni.

C - Padronanza

  • C1 - Livello avanzato o "di efficienza autonoma"
Comprende un'ampia gamma di testi complessi e lunghi e ne sa riconoscere il significato implicito. Si esprime con scioltezza e naturalezza. Usa la lingua in modo flessibile ed efficace per scopi sociali, professionali ed accademici. Riesce a produrre testi chiari, ben costruiti, dettagliati su argomenti complessi, mostrando un sicuro controllo della struttura testuale, dei connettori e degli elementi di coesione.
  • C2 - Livello di padronanza della lingua in situazioni complesse
Comprende con facilità praticamente tutto ciò che sente e legge. Sa riassumere informazioni provenienti da diverse fonti sia parlate che scritte, ristrutturando gli argomenti in una presentazione coerente. Sa esprimersi spontaneamente, in modo molto scorrevole e preciso, individuando le più sottili sfumature di significato in situazioni complesse.

Contattaci e prenota la tua ISCRIZIONE GRATUITA per il TUO TEST DI LIVELLO di INGLESE

chiamandoci allo 075 5996417

oppure COMPILA il form sottostante