CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE 2020 INVESTIMENTI PRODUTTIVI NEI TERRITORI DEL SISMA

SOGGETTI BENEFICIARI Imprese del terziario (vedi Codici Ateco ammissibili allegato A), con il DURC in regola e che abbiano la sede operativa nell’Area del Cratere Sismico.

Aree ammesse: Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera, Spoleto.

 

 

AGEVOLAZIONI

 

Regime de Minimis: Contributo in Conto Capitale pari al 70% delle spese ammissibili.

RETROATTIVITA’

Sono ammissibili le spese sostenute a decorrere dal 25 agosto 2016.

 

INVESTIMENTI AMMESSI

 

a) Beni materiali ammortizzabili (beni strumentali come ad esempio impianti, macchinari, attrezzature, arredi, attrezzature sportivo, per il divertimento e per il benessere) funzionali all’attività di impresa;

b) Opere murarie connesse all’implementazione di beni di cui alla lettera a) nel limite massimo del 10% della spesa relativo allo specifico bene;

c) Prodotti hardware coerenti all’attività svolta;

d) Prodotti software coerenti all’attività svolta;

e) Realizzazione o potenziamento del sito web;

f) Realizzazione o potenziamento di sistemi di promozione, prenotazione e/o vendita on line;

Sono ammissibili le spese sostenute (data fattura) dal 25 agosto 2016, purché, alla data di presentazione della domanda, non sia stato già ultimato il progetto di investimento.

Gli investimenti dovranno essere effettuati entro 12 mesi dalla data di pubblicazione sul BUR. I pagamenti eseguiti esclusivamente tramite Bonifico Bancario, ricevuta bancaria, RID, assegno circolare, assegno bancario.

Investimento ammissibile: minimo € 20.000, massimo € 100.000.

 

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

 

 

 

VALUTAZIONE DOMANDE

 

 

 

Le domande potranno essere compilate dal 07/07/2020

firmate con firma digitale del legale rappresentante.

L’invio delle domande di ammissione potrà essere effettuato dal 14/07/2020 e fino alle ore 12:00 del 31 agosto 2020

 

il punteggio calcolato dall’impresa e poi valutato dagli uffici regionali, sulla base dei criteri di: tempistica di realizzazione, innalzamento del livello qualitativo del prodotto/servizio, grado di innovatività e qualità tecnico – finanziaria, impatto occupazionale, rilevanza componente giovanile, rilevanza componente femminile

PER VEDERE SE LA TUA AZIENDA PUO' FARE DOMANDA COMPILA I SEGUENTI CAMPI O CONTATTACI

ALLO 075 599 64 17

INVIO RICHIESTA INFORMAZIONI